MAPPA METEO RECAPITI UTILI MERCATINO FOTO CODICE FISCALE PAGINE RADIO GALATRO IERI E OGGI FIRME
Archivi Generali  
< gen-feb 18 Cronache 2018 mag-giu 18 >
Marzo-Aprile

2.3.18 - La scomparsa di Melo Cordiani

6.3.18 - I risultati delle elezioni politiche a Galatro

13.3.18 - Tragico incidente sulla strada Fabrizia-Laureana

20.3.18 - Laurea magistrale in Economia e Management

25.3.18 - Stagione termale: si scaldano i motori per la partenza

26.3.18 - Arriva a Galatro la Carta d'identità elettronica

Aldo Cordiano

29.3.18 - Gli auguri del Sindaco

Carmelo Panetta

11.4.18 - Un convegno su gestione delle Terme e prospettive future

14.4.18 - Terme: la società con socio unico sul piede di partenza

24.4.18 - Laurea in Economia e legislazione per l'impresa

27.4.18 - "Punto Luce Blu sull'Autismo" inaugurato presso l'Istituto Comprensivo di Bovalino





(2.3.18) LA SCOMPARSA DI MELO CORDIANI - Profonda costernazione ha suscitato in paese la notizia della morte, provocata da un infarto, di Melo Cordiani, costretto in carrozzina ormai da molti anni a causa di un incidente che gli aveva provocato l’amputazione delle gambe.

Melo, dal carattere schietto e dai modi franchi, era solito animare le discussioni tra amici con affermazioni perentorie che non lasciavano spazio a repliche. Durante la sua vita, oltre a lavorare come dipendente comunale, ha esercitato vari mestieri artigiani, a partire da quelli di fabbro e di idraulico acquisiti con l’apprendistato presso la “forgia” di mastro Nino Riniti.

Dopo l’incidente aveva preso a esercitare l’arte della falegnameria, ma offriva la sua collaborazione anche a chi aveva problemi con l’elettronica. Una figura che mancherà a tutti.

Ai familiari le condoglianze della nostra redazione.

Nella foto: Melo Cordiani.


Torna ai titoli


(6.3.18) I RISULTATI DELLE ELEZIONI POLITICHE A GALATRO - Anche a Galatro, come nel resto della penisola, e in particolare al Sud, le elezioni politiche del 4 marzo hanno fatto registrare una netta prevalenza del Movimento 5 Stelle che ha fatto man bassa di voti sia alla Camera che al Senato.

E' aumentata anche la Lega, mentre il PD ha diminuito inesorabilmente i suoi suffragi. Anche il numero generale dei votanti è diminuito: al Senato siamo scesi ormai sotto quota 700.

E' possibile effettuare un confronto con i risultati delle precedenti elezioni politiche cliccando sul link che segue:
Elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013.

SENATO







CAMERA






Torna ai titoli


(13.3.18) TRAGICO INCIDENTE SULLA STRADA FABRIZIA-LAUREANA - Un tragico incidente, nella serata di sabato 12 marzo, ha spezzato la vita di una giovane donna, Graziella Ciancio, trentacinquenne madre di due figli e coniugata con Bruno Mamone, galatrese residente in contrada Tre Valloni.

Graziella Ciancio procedeva sulla strada Fabrizia-Laureana in direzione di Laureana quando, per cause in corso d’accertamento, ha perso il controllo della vettura, che è finita in bilico su un burrone. La giovane donna sarebbe riuscita a mettere in salvo i due figlioletti, finendo subito dopo per essere travolta dalla sua stessa vettura.

Secondo un’altra versione dell’incidente sarebbe stata la figlia tredicenne a dare l’allarme dopo l’impatto della vettura chiamando il 118, ma i sanitari non avrebbero potuto fare altro che constatare il decesso.

Ai familiari di Gabriella Ciancio, in particolare al marito Bruno e al suocero Salvatore Mamone, le più sentite condoglianze da parte della nostra redazione.


Torna ai titoli


(20.3.18) LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E MANAGEMENT - Presso l’università di Roma Tre nei giorni scorsi ha conseguito col massimo dei voti la laurea magistrale in Economia e Management il nostro giovane concittadino Vincenzo Vigliarolo.

Vincenzo ha discusso una tesi sulle strategie competitive nei servizi finanziari dal titolo Cassa depositi e prestiti: le strategie Fintech, avendo quale relatore il ch.mo prof. Daniele Angelo Previati.

A Vincenzo e ai suoi familiari le più fervide congratulazioni da parte della nostra redazione.

Visualizza l'elenco aggiornato dei
laureati galatresi

Nella foto: Vincenzo Vigliarolo.

Torna ai titoli


(25.3.18) STAGIONE TERMALE: SI SCALDANO I MOTORI PER LA PARTENZA - L’avvio della stagione termale è stato indicativamente fissato per lunedì 16 aprile, ed è probabile che quel giorno – da cui ci separa meno di un mese - i reparti riaccolgano i pazienti. Non è però chiaro sotto quale forma giuridica avverrà la ripartenza, se con la prosecuzione della gestione diretta o con una società cosiddetta in house che abbia il Comune, per ora, quale unico socio.

La fondazione, della quale era stato pur approvato lo statuto, è infatti ormai archiviata, essendosi gli amministratori convinti della sua impraticabilità a causa della complessità delle procedure che le leggi vigenti prescrivono per farla nascere.

La società che gestirà le terme avrà, ovviamente, una dotazione di capitale e un consiglio d’amministrazione designato dai soci – il Comune, che deterrà comunque il 51 per cento, più altri soggetti privati e/o pubblici - a cui sarà affidata la realizzazione del piano industriale. Per imprimere un’accelerazione al percorso che porterà alla costituzione della società si attende soltanto che si esauriscano gli ultimi strascichi del contenzioso giudiziario con la precedente gestione, la cui vicenda rappresenta il principale deterrente rispetto ad ipotesi di nuovo affidamento mediante una gara di evidenza pubblica, che sarebbe foriera di garanzie soltanto formali, perciò stesso insufficienti.

Siccome prima o poi, se si vuole essere seri, un piano industriale dovrà essere redatto, servirebbe un’indagine sulle prospettive del mercato termale e del potenziale indotto, oltreché delle opportunità e delle forme di diversificazione dell’offerta. In tale ottica si potrebbe – o meglio dovrebbe - conferire uno specifico incarico ad un advisor, scelto magari con la collaborazione dei sindacati del termalismo (Federterme ed Assoterme), ai quali il Comune dovrebbe aver ripreso a versare le quote di iscrizione, per porre fine all’isolamento delle Terme di Galatro durante tutto l’arco della gestione privata.


Torna ai titoli


(26.3.18) ARRIVA A GALATRO LA CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA (Aldo Cordiano) - Il responsabile dell'Ufficio anagrafe del Comune di Galatro ci trasmette le informazioni riguardanti la nuova Carta d'identità elettronica (CIE).

COMUNE DI GALATRO UFFICIO DEMOGRAFICO

Il Comune di Galatro si aggiunge alla lista dei Comuni d’Italia presso i quali è attivo il servizio di emissione della “Carta di identità elettronica” (CIE).
Chi risiede nel territorio del Comune potrà richiedere la nuova Carta di identità elettronica.

Cos’è
La nuova Carta di identità elettronica è il documento personale che attesta l’identità del cittadino, realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito e dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare. La foto in bianco e nero è stampata al laser, per garantire un’ elevata resistenza alla contraffazione. Sul retro della Carta il Codice Fiscale è riportato anche come codice a barre.

Caratteristiche
La carta è contrassegnata da un numero seriale, numero unico nazionale, stampato sul fronte in alto.
I dati del titolare presenti sul documento sono:
• Comune emettitore
• Nome del titolare
• Cognome del titolare
• Luogo e data di nascita
• Sesso
• Statura
• Cittadinanza
• Immagine della firma del titolare
• Validità per l’espatrio
• Fotografia
• Immagini di 2 impronte digitali (un dito della mano destra e un dito della mano sinistra)
• Genitori (nel caso di carta di un minore)
• Codice fiscale
• Estremi dell’atto di nascita
• Indirizzo di residenza
• Comune di iscrizione AIRE (per i cittadini residenti all’estero)
• Codice fiscale sotto forma di codice a barre.

A cosa serve
La nuova Carta di Identità Elettronica introdotta dall’art. 10, co. 3, del D. L. n. 78/2015, sostituisce progressivamente la carta d’identità in formato cartaceo e, oltre all’impiego ai fini dell’identificazione, può essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) attraverso cui è possibile effettuare l’accesso in rete ai servizi telematici messia a disposizione dalle pubbliche amministrazioni.

Come si ottiene
La nuova Carta di identità elettronica si può richiedere alla scadenza della propria Carta d’identità (o in seguito a smarrimento, furto o deterioramento).

Prima di avviare la pratica di rilascio della Carta di identità elettronica bisognerà versare, con apposito versamento postale sul c/c 283895 intestato alla Tesoreria Comunale, la somma di € 22,21 quale corrispettivo per il rilascio della CIE. Bisognerà inoltre conservare il numero della ricevuta di pagamento.
Il cittadino dovrà presentarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione (non è necessario presentare altri documenti).
La validità della Carta di identità varia a seconda all’età del titolare ed è di:
• 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
• 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
• 10 anni per i maggiorenni.
• In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento consegna quest’ultimo all’operatore comunale;
• Consegna all’operatore comunale il codice fiscale e il numero della ricevuta di pagamento della Carta (se disponibile);
• Verifica con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
• Fornisce, se lo desidera, indirizzi di contatto per essere avvisato circa la spedizione del suo documento;
• Indica la modalità di ritiro del documento desiderata (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);
• Fornisce all’operatore comunale la fotografia;
• Procede con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali;
• Fornisce, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
• Firma il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale sui dati.

La Carta è emessa entro sei giorni lavorativi dalla richiesta.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Demografico.

Nella foto: la nuova e la vecchia Carta d'identità a confronto.


Torna ai titoli


(29.3.18) GLI AUGURI DEL SINDACO (Carmelo Panetta) - Il sindaco Carmelo Panetta formula gli auguri di Buona Pasqua a tutta la cittadinanza:



Torna ai titoli


(11.4.18) UN CONVEGNO SU GESTIONE DELLE TERME E PROSPETTIVE FUTURE - Il Sindaco ci trasmette il programma del convegno, organizzato dal Comune di Galatro, che si svolgerà Venerdì 13 Aprile presso la Sala convegni di Piazza Matteotti. Si farà il resoconto della recente gestione termale 2017 e si prospetteranno i programmi per il prossimo futuro. Relazioni di Pasquale Simari e Michele Politanò, introduzione di Carmelo Panetta, modera Michele Scozzarra.

Riportiamo in basso la locandina ufficiale dell'evento.



Torna ai titoli


(14.4.18) TERME: LA SOCIETA' CON SOCIO UNICO SUL PIEDE DI PARTENZA - L’incontro dell’Amministrazione Comunale con la cittadinanza, svoltosi nella serata di venerdì 13 aprile in una sala-convegni comunale sufficientemente affollata, è servito per comunicare lo scioglimento delle residue riserve circa il futuro delle Terme S. Elia: saranno gestite dal Comune per mezzo di una società che avrà lo stesso ente quale unico socio, così da evitare il più possibile di incorrere nei vincoli e nelle limitazioni di operatività comportate dalla gestione diretta.

La società in gestazione, è stato ribadito tanto dal Sindaco quanto dall’assessore Pasquale Simari, indirà un bando per individuare un manager di collaudata esperienza e dalle competenze giuste per far decollare la struttura, che dopo decenni di attesa potrà, si spera, realizzare appieno tutte le potenzialità occupazionali garantendo l’assunzione e successivamente la stabilizzazione di una cifra tra le cinquanta e le sessanta unità lavorative. Unità, è stato precisato, che potranno essere tutte di Galatro dal momento che ci sono già parecchi lavoratori cittadini galatresi in possesso del titolo rilasciato dagli enti regionale di formazione, mentre altri lo potranno conseguire nei corsi che si andranno ad attivare. Sarebbe un risultato importante per invertire la tendenza al calo demografico, che nel nostro paese ha finito per assumere le caratteristiche del vero e proprio spopolamento.

A introdurre gli interventi, in veste di moderatore, è stato Michele Scozzarra, che ha messo nel dovuto risalto come la situazione, a due anni dalla presentazione della lista Tromba nella stessa sala, sia radicalmente cambiata, essendosi realizzato l’obiettivo all’epoca enunciato del ritorno delle Terme nella disponibilità del Comune, su cui c’era, ha polemicamente puntualizzato, chi si dichiarava scettico remando pure contro.

Tra i protagonisti della serata il tecnico comunale architetto Michele Politanò, il cui intervento ha focalizzato le difficoltà nei rapporti con la società concessionaria per l’effettuazione dei dovuti controlli e per riportare la struttura in condizioni accettabili, essendo documentata da una sequenza di foto scattate subito dopo il ritorno delle Terme al Comune che hanno suscitato parecchia impressione tra i presenti, una situazione di incredibile degrado.

Il futuro delle Terme di Galatro, sia pure con i contorni di un’inevitabile vaghezza, è stato comunque tracciato all’insegna dell’ottimismo, legittimato dai risultati della gestione diretta della stagione 2017 grazie alla quale il Comune potrà avvalersi, nell’esercizio corrente 2018, di un rilevante avanzo d’amministrazione, 202.000 euro (su circa 900.000 complessivi) che verranno investiti in interventi per migliorare la funzionalità della struttura e renderla sempre più in grado di soddisfare le esigenze dell’utenza.

Il decollo delle Terme di Galatro, è stato poi sottolineato soprattutto dall’intervento del sindaco Carmelo Panetta, dipende in rilevante misura dalla Regione Calabria, che dovrà decidersi quanto prima ad attivare i POR, i piani regionali che rappresentano, se programmati e finanziati, importanti opportunità per l’economia del territorio.

Una nota importante riguarda il versante politico della questione terme, sul quale si è registrata, con l’intervento del capogruppo di Galatro viva in Consiglio comunale, Nicola Marazzita, una significativa convergenza sugli obiettivi e sui modi e mezzi per realizzarli, al cui riguardo gli esponenti dell’Amministrazione hanno più volte ribadito che si intenderà operare nella massima trasparenza, vigilando affinché le Terme, come paventato en passant nell’intervento di Marazzita mediante un riferimento ad un episodio del passato, non diventino un carrozzone elettorale.

Anche se qualche intervento del pubblico, nel dibattito che ne è seguito, ha improvvidamente rinfocolato polemiche proprie della campagna elettorale, l’impressione complessiva che si può trarre è che il lavoro dell’Amministrazione in questi due anni sia servito a porre le premesse perché avvenga il tanto atteso decollo.

Del quale ci si augura che finisca di essere, come il celebre Godot, sempre atteso e mai visto.

Nelle foto: in alto scorcio della sala durante il convegno; in basso il tavolo dei relatori.

Torna ai titoli


(24.4.18) TERME: LA SOCIETA' CON SOCIO UNICO SUL PIEDE DI PARTENZA - Nei giorni scorsi ha brillantemente conseguito presso l’Università Bocconi, sede di Milano, la laurea in Economia e legislazione per l’impresa la nostra giovane concittadina Stefania Scozzarra, figlia di Luigi e Lidia Alvaro.

Stefania, che ha avuto quale relatore il chiar.mo professore Giorgio Venturini, ha discusso una tesi su Nuove normative U.E.F.A: applicazione al contesto europeo nel periodo 2011-2016, un lavoro allo studio del quale l’enorme platea dei calciofili si dovrebbe applicare per poter dibattere con cognizione di cause le problematiche e le prospettive di uno sport il cui lato finanziario è diventato ormai grandemente preponderante su quello tecnico.

A Stefania e ai suoi familiari vanno le più vive congratulazioni da parte della nostra Redazione.

Visualizza l'
elenco aggiornato dei Laureati galatresi

Nella foto: la neodottoressa Stefania Scozzarra.

Torna ai titoli


(27.4.18) "PUNTO LUCE BLU SULL'AUTISMO" INAUGURATO PRESSO L'ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOVALINO - «Oggi abbiamo scritto una entusiasmante pagina di civiltà che riscatta ed onora la locride e la Calabria.» Così ha esordito un commosso Vito Crea, presidente dell’A.D.D.A. (difesa diversabili), nel presentare l’apertura del “Punto Luce sull’autismo” presso l’Istituto Comprensivo di Bovalino. «Abbiamo voluto con tanta determinazione Questo spazio» ha ribadito Crea «per dare voce e vicinanza a tanti svantaggiati ed alle loro famiglie. Sulla nostra strada abbiamo avuto l’onore e la fortuna di incontrare una donna, una dirigente determinata e di coraggio, che ha saputo accompagnarci verso la realizzazione di questo grande sogno. Senza la forza e la indiscussa professionalità della dirigente, dottoressa Rosalba Zurzolo, non saremmo riusciti ad aprire questo punto di ascolto all’interno di una scuola.»

I lavori della giornata sono stati aperti dal sindaco della cittadina ionica, avv. Vincenzo Maesano, il quale ha voluto ringraziare il presidente dell’ADDA per aver promosso questa realtà che appare come l’unica in tutto il meridione d’Italia e ha dichiarato che «La sinergia collaborativa intercorsa tra enti del terzo settore e istituzioni ha concesso a Bovalino di essere ancora più inclusiva, aggiungendo un altro tassello per la realizzazione di un nuovo sistema-paese che questa Amministrazione persegue vigorosamente.»

La dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Reggio Calabria, dott.ssa Pasqualina Zaccheria, ha rimarcato tutta la sua soddisfazione per il fatto che una struttura scolastica,abbia “sposato” con entusiasmo un progetto di questa natura. «Farò in modo» ha concluso la massima dirigente scolastica provinciale «che tutte le nostre scuole seguano questa strada.»

La padrona di casa, dottoressa Rosalba Zurzolo, visibilmente soddisfatta per l’evento, ha sottolineato come le sfide più grandi si possono vincere con la sinergia e con l’amore, ingredienti che nella scuola non dovrebbero mancare mai.

Alla manifestazione di Bovalino ha dato un fattivo contributo con la sua partneschip la “Fondazione Marino” che a Melito Porto Salvo ospita autistici adulti.

La psicologa Fortunata Calabrò, in sostituzione del responsabile della fondazione, Ing. Giovanni Marino, uno dei più grandi esperti di autismo del nostro paese, ha portato delle testimonianze sul metodo usato per l’inclusione di questi soggetti “speciali”.

Nel corso del suo intervento l’onorevole Rosanna Scopelliti ha affermato che «Con la Fondazione Antonino Scopelliti abbiamo patrocinato la nascita del Punto Luce Blu Autismo presso l’Istituto comprensivo di Bovalino. Promuovere la consapevolezza, l’impegno, l’inclusione, la solidarietà tra istituzioni e cittadini è un primo passo importante per contribuire a rendere viva e unita la comunità. E una comunità unita è più forte nel combattere illegalità, mafie e malaffare. Supportare le famiglie, vincere insieme l’isolamento e l’indifferenza per una malattia complessa e dolorosa è necessario oggi più che mai.Non siamo ad un punto di arrivo, ma all’inizio di un percorso che porteremo avanti insieme con forza e determinazione.»

Un contributo di spessore alla manifestazione è venuto anche dal dott. Marco Campione, della Federazione Italiana Autismo e capo gabinetto del MIUR. Campione, oltre a aver esposto i progetti e le ricerche della FIA, si è soffermato sul fatto che questi punti di ascolto rompono l’isolamento, i tabù e l’indifferenza. Il protagonismo della scuola sarà garanzia di un concreto investimento per rafforzare la vera integrazione.

I lavori sono stati conclusi dal direttore sanitario dell’ASP, dott. Pasquale Mesiti, il quale ha ricordato al numeroso pubblico presente come il suo dipartimento stia lavorando in sintonia con le associazioni e come si stia procedendo ad individuare una nuova figura di neuropsichiatra infantile che si possa occupare solo del disagio autistico.

La giornata è stata coordinata dall’assessore ai servizi sociali di Bovalino, dottor Filippo Musitano. Ospiti d'onore i ragazzi speciali del "Bovalino Calcio a 5 Smile" accompagnati dal suo Presidente Scordino.

Il punto luce Autismo è patrocinato dal Garante Per l'infanzia e l'adolescenza del consiglio Regionale della Calabria oltre che dall'ASP Reggio Calabria, dalla Fondazione Antonino Scopelliti, dal Comune di Bovalino e dalla FIA (Fondazione Italiana Autismo).

Contatti:
plabovalino@libero.it
oppure direttamente presso la Scuola Secondaria di 1° grado sita in via XXIV Maggio a Bovalino



www.associazioneadda.it

Nella foto in alto: il momento del taglio del nastro durante la manifestazione.

Torna ai titoli

INDIETRO

Copyright @ Associazione Culturale del Metramo 1999 -