MAPPA METEO RECAPITI UTILI MERCATINO FOTO CODICE FISCALE PAGINE RADIO GALATRO IERI E OGGI FIRME
Ancora a rischio l'autonomia del Liceo "Gerace"

L’autonomia del Liceo Classico “Gerace” è ancora a rischio, ma l’accorpamento al “Gemelli-Careri” può dirsi tramontato. Non è stata altro che una boutade, forse involontaria, del sindaco e della Giunta di Taurianova, che nella foga di riconquistare una scuola superiore al loro Comune hanno trascurato un dettaglio decisivo: l’istituto che avrebbe dovuto fungere da entità accorpante non esiste più da alcuni anni, essendo stato accorpato al liceo scientifico di Oppido. Dunque, un morto sarebbe dovuto risorgere, per spalancare subito dopo le fauci e “mangiarsi” il “Gerace”. Francamente, nient’altro che materia per chi ama l’orrido o il grottesco!

Le apprensioni di docenti e studenti del glorioso “Gerace” sembrerebbero tuttavia destinate a continuare. Nelle ultime ore ha infatti preso corpo – ma ha tutta l’aria di un’altra boutade - l’ipotesi di accorpamento con il Liceo Scientifico “Guerrisi”, per il “Gerace” non meno letale della precedente e non si sa perché caldeggiata dall’opposizione di destra del Consiglio Comunale di Cittanova. Probabilmente per non restare a corto di argomenti e non sembrare afasica su una questione sensibile per l’orgoglio cittadino.

A parte che non si capisce perché mai il “Guerrisi”, che ha già 800 alunni (dunque ben oltre la soglia minima per conservare l’autonomia), dovrebbe ulteriormente espandersi inglobando Classico e Artistico – circostanza peraltro esclusa dalla legge sul dimensionamento -, le esperienze fin qui fatte di accorpamenti di un liceo classico a un liceo scientifico hanno preluso quasi sempre alla scomparsa del classico, sopraffatto dai numeri soverchianti del liceo scientifico (che è poi quanto si è verificato nella vicina Palmi).

Stando così le cose, quanto ci si metterà ancora a capire che la via maestra per salvare il “Gerace” consiste nel lasciargli, per evidenti ragioni di prestigio storico-culturale, l’autonomia o, in subordine, accorpargli, nel segno della verticalizzazione, la scuola media “Chitti”, così che i numeri non siano mai più a rischio? La soluzione ottimale è a portata di mano: basta solo volerla perseguire con convinzione.

Nella foto: la sede del municipio di Cittanova.


INDIETRO









Google
internet
galatroterme.it
Copyright @ Associazione Culturale del Metramo 1999 -