MAPPA METEO RECAPITI UTILI MERCATINO FOTO CODICE FISCALE PAGINE RADIO GALATRO IERI E OGGI FIRME
Il Consiglio Comunale decide:
le terme le gestirà il Comune


28.4.17 - Le Terme torneranno ad essere gestite direttamente dal Comune. Lo ha deciso all’unanimità il Civico Consesso riunito in seduta straordinaria urgente sera di giovedì 27 aprile con un unico punto all’ordine del giorno, le determinazioni in ordine al futuro della struttura termale, che ci si augura ritorni quanto prima nella disponibilità del Comune una volta avuto finalmente ragione delle ultime resistenze del gestore.

Nella relazione introduttiva il sindaco Carmelo Panetta ha fatto la cronistoria della gestione privata, in particolare degli ultimi anni nei quali, per usare un eufemismo, tra proprietario concedente e concessionario non c’è stato feeling. Panetta ha messo in chiaro che il Comune è pronto a far partire la gestione diretta il giorno dopo il riconoscimento delle ragioni dell’ente, il prossimo 10 maggio, da parte del TAR di Reggio Calabria. Precisando subito dopo che si tratterà di una soluzione temporanea, non essendo stata abbandonata ma solo momentaneamente accantonata la fondazione di partecipazione, che per la maggioranza è e rimane la soluzione migliore del problema della gestione delle Terme.

Subito dopo il consigliere Francesco Migale, del gruppo di minoranza Galatro Viva, ha annunciato il voto favorevole suo e degli altri due consiglieri di minoranza - “per il bene di Galatro” ha puntualizzato - al ritorno alla gestione diretta, precisando però che l’apporto di idee e di spunti sarebbe stato maggiore se l’adunanza del Consiglio Comunale fosse stata posticipata anche di un sol giorno: non sarebbe cambiato nulla e tutti saremmo stati più contenti. Polemizzando subito dopo per l’assenza del prescritto parere di conformità del responsabile dei servizi finanziari al momento della consultazione, da parte sua, del fascicolo riguardante l’unico punto all’ordine del giorno nella mattinata di mercoledì 26.

Dai toni polemici nei confronti della minoranza l’intervento dell’assessore al termalismo Pasquale Simari, che ha allusivamente riproposto il tema, oltremodo agitato in campagna elettorale, dell’intelligenza della minoranza con il gestore, desumibile dalla non collaborazione in tutti questi mesi nei quali l’amministrazione s’è impegnata a tutt’uomo nel procurare il ritorno delle Terme al Comune. Simari ha altresì chiarito che la gestione diretta comunale è perfettamente possibile e legittima alla luce della normativa vigente.

Ha risposto a tono Nicola Marazzita, rinfacciando alla maggioranza la chiusura in atteggiamenti di rifiuto del dialogo con la minoranza e con i cittadini. Marazzita ha infine passato in rassegna le possibili controindicazioni della gestione diretta, in particolare la difficoltà di gestire le terme con criteri aziendali utilizzando personale e normative comunali.

Altre schermaglie tra maggioranza e minoranza hanno preceduto l’approvazione dell’atto di indirizzo per il ritorno delle Terme nella gestione diretta comunale. TAR permettendo il prossimo 10 maggio.

Nella foto: il Municipio di Galatro.


INDIETRO









Google
internet
galatroterme.it
Copyright @ Associazione Culturale del Metramo 1999 -